APPROFONDIMENTI

E’ possibile adottare un Modello Organizzativo 231 solo per alcuni reati?

PremessaVerso l’obbligatorietà del ModelloLa necessità del Risk assessmentIdoneità del Modello 231Cosa deve contenere il Modello per essere considerato idoneoConclusioni Premessa Verso l’obbligatorietà del Modello In un precedente articolo abbiamo cercato di stabilire se la necessità di adottare un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (Modello 231) risponda esclusivamente a esigenze volontarie di controllo del rischio e di tutela dell’ente o se, viceversa, esista un vero e proprio obbligo giuridico in tale senso e

Un esempio di risk assessment: i reati ambientali del D.Lgs.231/01

Risk assessment sui reati ambientali Quali i passaggi fondamentali Competenze necessarie Alcuni esempi pratici e concreti Esempio 1: produzione di rifiutiEsempio 2: scarichi idrici Gli aspetti da non dimenticare Nel presente approfondimento parliamo di risk assessment (analisi dei rischi) in una prospettiva pratica ed operativa, attraverso esempi sui reati ambientali richiamati dal D.Lgs.231/01. L’intento è fornire alcuni spunti per comprendere meglio l’importanza di effettuare correttamente il risk assessment, cioè l’analisi del rischio di commissione di un determinato reato. Si tratta di

Decreto legge 231: sanzioni pecuniarie

Le sanzioni pecuniarie, previste dall’art. 10 del D. Lgs 231/01, rappresentano il fondamento di tutto l’apparato sanzionatorio in quanto sono previste in tutti i casi di responsabilità dell’ente per i reati presupposto. Esse rappresentano il costo apprezzabile per l’ente e non possono avere come effetto la paralisi della società perché, altrimenti, si trasformerebbero in sanzioni interdittive le quali invece hanno altri presupposti. Fra l’altro le sanzioni pecuniarie potrebbero rappresentare un rischio d’impresa da affrontare secondo i consueti criteri dell’analisi

Le sanzioni 231 nei confronti degli enti

Con il D.Lgs. n. 231/2001 è stata introdotta nell’ordinamento italiano la responsabilità degli enti per gli illeciti amministrativi dipendenti da reato commessi da persone fisiche nell’interesse o a vantaggio degli enti stessi, e con essa è stato inserito un sistema sanzionatorio molto articolato e particolarmente pesante che mira a colpire direttamente o indirettamente il profitto dell’ente, disincentivando la commissione di reati nel suo interesse o vantaggio e ad incidere sulla struttura e sull’organizzazione dell’impresa in modo da favorire attività risarcitorie e